n. 17

anno V - gennaio-marzo 2004 - pp. 128 - € 7.50

• Direttore: Roberto De Caro
• Redazione:
Gaspare De Caro, Michelangelo Gabbrielli, Antonello Lombardi, Elio Matassi, Elisabetta Pistolozzi, Andrea Schiavina, Valeria Tarsetti
• Hanno collaborato a questo numero:
Ennio Abate, Felice Accame, Marco Angius, Alberto Beneventi, Akeel Bilgrami, Guido Bizzi, Pier Augusto Breccia, Franco Bruni, Centro Studi Mozartiano, Giorgio Ciommei, Bruno Conte, Luca Cori, Mario De Caro, Danilo Faravelli, Paolo Ferrari, Gian Andrea Franchi, Nevio Gàmbula, Alberto Iesuè, Hans-Josef Irmen, Mario Lunetta, Milena Massalongo, Anna Maria Mazzoni, Massimo Melloni, Kurt Meyer, Cesare Milanese, Giuliana Montanari, Marilena Pasquali, Giulia Raymondi, Dina Riccò, Alessandra Scarpinella, Marina Toffetti, Pierfranco Vitale, Maurizio Zanolli
In copertina: Pier Augusto Breccia, Immaginazione e Potere (1998), part.




Filosofia
• Oltre l’ordine dell’obbedienza e della trasgressione di Gian Andrea Franchi

Pagina senza nome

L’evento politico non accade per capricciosa casualità. Avviene quando elementi già attivi vengono connessi secondo una nuova regola che produce un nuovo senso. […] Per la politica di liberazione tradizionale la sintesi aveva come referenti o modelli lo Stato e la fabbrica (il partito come antistato o forme paradossali come partito-e-soviet, cioè stato e antistato di fabbrica – e in questa paradossalità stava la loro originalità), che cercavano di fissare in apparati eventi cronotopici, non fissabili in quanto basati sul flusso dialogico – era il tema dell’organizzazione. Per la politica di liberazione la sintesi temporale è la logica o l’ordine simbolico del dono, la cui esperienza di riferimento è il dono materno – è il tema della relazione.


Vai al Sommario





© Copyright 2000-2018 Ut Orpheus Edizioni S.r.l. - Piazza di Porta Ravegnana 1 - 40126 Bologna (Italy)
R.E.A. Bologna n. 387145 - Cap. Sociale Eur 10.200,00 - R.I. Bologna - C.F./P. Iva 04320550371