n. 18

anno V - aprile-giugno 2004 - pp. 160 - € 7.50

• Direttore: Roberto De Caro
• Redazione:
Gaspare De Caro, Michelangelo Gabbrielli, Antonello Lombardi, Elio Matassi, Elisabetta Pistolozzi, Andrea Schiavina, Valeria Tarsetti
• Hanno collaborato a questo numero:
Ennio Abate, Felice Accame, Enzo Albano, Marco Angius, Umberto Artioli, Giorgio Battistelli, Cesare Battisti, Alberto Beneventi, Claudio Bolzan, Pier Augusto Breccia, Massimo Cappitti, Franco Cavallo, Centro Studi Mozartiano, Giorgio Ciommei, Bruno Conte, Luca Cori, Valerio Evangelisti, Danilo Faravelli, Gian Andrea Franchi, Nevio Gāmbula, Andrea Garbuglia, Paolo Godani, Paolo Guzzi, Hans-Josef Irmen, Mario Lunetta, Anna Maria Mazzoni, Massimo Melloni, Kurt Meyer, Giuliano Mesa, Cesare Milanese, Giuliana Montanari, Francesco Muzzioli, Michela Niccolai, Dimitri Papanikas, Marilena Pasquali, Gabriele Rossi-Rognoni, Renzo Rosso, Oreste Scalzone, Salvatore Sciarrino, Marina Toffetti, Pierfranco Vitale, Wu Ming 1, Maurizio Zanolli
In copertina: Bruno Conte, Vegesonanze (2004)




Schede
• Libri, spartiti e CD

Pagina senza nome

Compact Disc

Claudio Merulo, Missa Virginis Mariae «In Annuntiatione Domini». Schola Gregoriana Scriptoria, dir. Dom. Nicola M. Bellinazzo OSB, organo Roberto Loreggian. Tactus 2002, TC 533801
di Michelangelo Gabbrielli

Allievo di Adrian Willaert, alla cui scuola ebbe come compagno di studio Costanzo Porta, Claudio Merulo è noto per la sua produzione organistica comprendente raccolte di toccate, recercari e messe per organo. Anche se questa costituisce la sua produzione più famosa non vanno scordate le raccolte polifoniche consistenti in messe, mottetti e madrigali che attendono ancora uno studio specifico che ne metta in risalto la giusta importanza. Il magistero di Merulo si svolse in alcuni centri dell’Italia settentrionale: Brescia, Venezia, probabilmente Mantova e Parma. Fra i suoi allievi si ricordano Girolamo Diruta, che fu allievo anche del compagno di studio di Merulo, Costanzo Porta, e Camillo Angleria. Molteplice fu l’attività di Merulo che a Venezia affiancò a quella di organista anche il lavoro di editore dal 1566 al 1571 in società con il bresciano Fausto Betanio.


Vai al Sommario





© Copyright 2000-2018 Ut Orpheus Edizioni S.r.l. - Piazza di Porta Ravegnana 1 - 40126 Bologna (Italy)
R.E.A. Bologna n. 387145 - Cap. Sociale Eur 10.200,00 - R.I. Bologna - C.F./P. Iva 04320550371